Torta da frigo al cacao con aquafaba – vegan e senza glutine

Se vi state chiedendo cosa sia, vi dico subito che l’aquafaba non è altro che l’acqua di cottura dei legumi (specialmente di ceci e di fagioli).
È molto utilizzata nella cucina vegana, in particolare per la preparazione di dolci e dessert, per via di una sua eccezionale caratteristica scoperta da Joel Roessel e Goose Wohlt: può essere montata a neve ed essere pertanto utilizzata come sostituto delle uova e degli albumi. Generalmente si sostituisce 1 uovo con 3 cucchiai di aquafaba.
Per realizzare l’aquafaba si puossono utilizzare sia l’acqua di governo dei legumi in scatola (senza sale e conservanti, mi raccomando!) che l’acqua di cottura dei legumi, eventualmente fatta restringere per ottenere una consistenza “gelatinosa”.

Per maggiori informazioni sulla preparazione dell’aquafaba e sul suo utilizzo, vi rimando all’articolo di Clibi.

Ora vi chiederete: ma funziona davvero?
Ebbene sì!

Io ho provato direttamente con l’aquafaba homemade (giusto perché a d o r o complicarmi la vita) ed incredibilmente mi è uscita al primo colpo.

Ci ho fatto una deliziosa torta umida al cacao da conservare in frigorifero e da mangiare fredda, rigorosamente con la forchettina, magari servita con una pallina di gelato o con della panna montata vegetale.

Salva
Torta da frigo al cacao con aquafaba
Preparazione
15 min
Cottura
30 min
Tempo totale
45 min
 

VEGAN E SENZA GLUTINE

Porzioni: 1 torta da 22 cm
Ingredienti
  • 100 gr farina di riso integrale *
  • 100 gr farina fine di mais *
  • 80 gr fecola di patate *
  • 145 ml bevanda vegetale a scelta, preferibilmente non zuccherata *
  • 35 gr olio di cocco
  • 65 gr olio di semi di girasole
  • 7 gr lievito per dolci *
  • 150 gr aquafaba (liquido dei ceci) non montata FREDDA
  • 90 gr zucchero di canna integrale a velo * - lo potete ottenere tritando nel mixer lo zucchero di canna integrale
  • 20 gr cacao amaro in polvere *
Istruzioni
  1. Montate a neve ben ferma l'aquafaba (ci vorranno circa 10-15 minuti). Sarà pronta quando, prendendola con un cucchiaio e capovolgendolo, l'aquafaba resta attaccata al cucchiaio.

  2. Quando l'aquafaba sarà montata, accendete il forno statico a 180° C e foderate con della carta forno/imburrate (con burro chiarificato e farina di riso) una tortiera a cerniera da 22 cm di diametro.

  3. Aggiungete lo zucchero di canna integrale a velo e continuate a mescolare con le fruste elettriche (o con la frusta della planetaria). 

  4. Unire quindi l'olio di cocco liquido (se lo conservate nel frigorifero, fatelo sciogliere nel microonde) e l'olio di semi di girasole. 

  5. Setacciate le farine, la fecola, il lievito per dolci ed il cacao, quindi unirli all'aquafaba montata continuando ad amalgamare con le fruste. 

  6. Aggiungete infine la bevanda vegetale. 

  7. Versate il composto nella tortiera e cuocete in forno statico a 180° C per circa 30 minuti. 

  8. Verificate la cottura infilando uno stuzzicadenti al centro della torta (se esce asciutto significa che è cotta), quindi sfornatela e fatela raffreddare a temperatura ambiente prima di trasferirla nel frigorifero. 

Note

* In caso di celiachia gli ingredienti segnati devono essere certificati senza glutine

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *