Polpette di patate e peperoni – senza glutine e lattosio


Complice l’arrivo della primavera, sono spesso annoiata, anche dai soliti piatti.
Allora mi rimbocco le mani e provo nuovi abbinamenti, nuovi accostamenti di sapori.

Non le solite patate al forno, in padella o lesse. Non il solito purè. Non le solite crocchette. Oggi le patate si trasformano in polpette: grandi, soffici e saporite… mi hanno subito conquistata. In versione ridotta, sono ottime da servire come antipasto, ma anche come accompagnamento ad un secondo piatto.

Salva
Polpette di patate e peperoni
Preparazione
10 min
Cottura
1 h
Tempo totale
1 h 10 min
 

SENZA GLUTINE E LATTOSIO

Porzioni: 6 polpette grandi
Ingredienti
  • 300 gr patate (1 patata medio-grande)
  • 1 peperone rosso
  • 1 uovo
  • q.b. pangrattato senza glutine
  • q.b. prezzemolo fresco, sale e pepe
Istruzioni
  1. Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti; tagliate il peperone a striscioline. Fateli quindi cuocere al vapore (o bollire) per circa 30 minuti.

  2. Una volta cotti, frullate le patate e i peperoni con l'uovo (volendo potete anche schiacciare le patate e mescolarle con l'uovo e lasciare invece i peperoni a pezzetti, come in foto).

  3. Aggiungete pangrattato quanto basta per ottenere un impasto morbida, ma lavorabile. Salate e pepate al gusto, aggiungete il prezzemolo e formate le polpette con le mani. 

  4. Disponete le polpette su una teglia coperta con carta forno e cuocetele in forno statico a 200° C per 25-30 minuti.

Commenti

commenti


Informazioni su malquadrato

Maria Morandi. Celiaca e intollerante al lattosio. Nata a Brescia il 3 dicembre 1996, frequento il corso di laurea triennale “Scienze e tecniche psicologiche” presso l’Università degli Studi Milano-Bicocca. Sono una pendolare stressata che trova la pace tra i fornelli di casa ed ama ciò che fa. Un giorno spero di riuscire a realizzare il mio sogno, coniugando le mie tre più grandi passioni: la cucina (ed in generale tutto ciò che riguarda l’alimentazione sana ed equilibrata), lo sport e la psicologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *