Polpette di lenticchie e patate dolci – vegan e senza glutine

Continuo a chiedermi come abbia potuto non pensarci prima. Dopo oltre un anno di vita da pendolare, con la borsa del pranzo sempre con me, ho scoperto la praticità di dedicare 2-3 ore alla settimana alla preparazione dei pasti, per poi infilarli nel freezer e tirarli fuori la sera prima, senza più dovermi mettere ogni sera a cucinare il pranzo per il giorno dopo.
Polpette, hamburger e muffin salati si prestano particolarmente a questa pratica, anche perché infilati nei sacchetti per alimenti occupano veramente pochissimo spazio nel congelatore.
Come ho già scritto mille volte, sono anche pratici da mangiare in giro e mi appesantiscono decisamente meno rispetto ad una porzione di riso o di pasta, che oltretutto preferisco gustarmi con calma a cena.

Quindi eccomi ancora con delle polpette, questa volta vegan oltre che senza glutine e senza lattosio, realizzate solo con lenticchie e patate dolci.

Tempo di preparazione: 2 h

Ingredienti per 16 polpette:

  • 250 gr di patate dolci con buccia
  • 180 gr di lenticchie rosse secche
  • 1 cucchiaino di paprika dolce
  • sale e pepe q.b.
  • se necessario, pangrattato senza glutine q.b.

Procedimento:

  1. Accendere il forno statico a 180° C.
  2. Lavare bene le patate dolci, asciugarle e chiuderle nella carta stagnola. Posizionarle su una teglia e farle cuocere nel forno per 45 minuti circa (verificare la cottura infilzandole con una forchetta: dovranno risultare morbide).
    Quando le patate dolci sono pronte, tagliarle a metà e passarle nello schiacciapatate. Se non si dispone di questo strumento, sbucciarle e schiacciarle con la forchetta.
  3. Nel frattempo cuocere le lenticchie in abbondante acqua (non salata!) per 30 minuti.
    Una volta cotte, scolarle benissimo (consiglio di lasciarle riposare per una decina di minuti nello scolapasta, così da eliminare bene tutta l’acqua) e metterle nel mixer per ottenere una purea non troppo omogenea.
  4. Unire in una ciotola le patate e le lenticchie schiacciate, salare e pepare al gusto ed aggiungere la paprika in polvere. Mescolare bene aiutandosi con un cucchiaio: si otterrà un composto appiccicoso ma lavorabile.
    (Se necessario, aggiungere un cucchiaio di pangrattato alla volta sino ad ottenere un composto lavorabile).
  5. Procedere quindi con la preparazione delle polpette: prelevare un pezzetto di impasto e formare una pallina passandolo tra i palmi delle mani; mettere la pallina su una teglia ricoperta con carta forno ed appiattirla esercitando una leggera pressione con il palmo della mano.
    Ripetere lo stesso procedimento con tutto l’impasto, avendo cura di formare polpette delle stesse dimensioni per avere una cottura omogenea.
  6. Cuocere in forno statico a 180° C per 20 minuti, quindi girare le polpette aiutandosi con una spatola nel caso si incollassero alla carta forno e proseguire la cottura per altri 10 minuti.
  7. A cottura ultimata spegnere il forno e lasciare intiepidire le polpette nel forno con lo sportello aperto.

Le polpette si conservano per 3-4 giorni in frigorifero. È possibile anche conservare le polpette nel freezer per 3 mesi al massimo.

[print_link]
Vi aspetto anche su InstagramFacebook e YouTube



Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *