Perché questo blog?

Luglio 2014

Cosa succede quando la noia di una diciassettenne malaticcia in una giornata di sole e la passione per la cucina si uniscono?
Accade che nasce questo blog,
Malquadrato.
Qualcosa non quadra?
No, malquadrato sono io:
Maria M., m-al-quadrato.
Tutto è cominciato due, o forse tre, anni fa, quando per il compleanno di mia mamma ho sfornato la mia prima torta. Era una torta allo yogurt, semplicissima, che però ha riscosso molto successo.
Da allora non ho mai smesso di cucinare.

7 Gennaio 2016

Il blog rinasce, dopo tanto tempo di silenzio. Il blog si trasforma.
La mia stessa cucina si è trasformata, un po’ per necessità e un po’ per scelte personali.
È una cucina sana e il più possibile genuina, basata su piatti bilanciati che seguono i principi della nostra meravigliosa dieta mediterranea e che mirano pertanto al benessere psico-fisico.
Mangiare sano non significa mangiare senza sapore o “in bianco”, come molti sono portati a pensare. Mangiare sano significa mangiare prodotti il più possibile freschi, ricchi di fibre, vitamine e sostanze che non solo sfamano, ma nutrono il nostro corpo.
È importante variare colori, forme e sapori, seguendo il più possibile la stagionalità dei prodotti, così da trarre tutti i benefici dei singoli alimenti.
Mangiare sano non deve essere un dovere, una costrizione, bensì un piacere, ed in questa nuova ottica è importante che sia la vista che il gusto siano sempre gratificati. Con un pizzico di creatività e di passione il gioco è fatto. Tutti possiamo provarci e, soprattutto, riuscirci.

Questo blog nasce proprio per trasmettere la mia passione per la cucina sana e allo stesso tempo buona, fornendo alcuni spunti e consigli per iniziare a prendersi cura di sé anche attraverso il cibo.

Nell’ottobre 2015 ho scoperto di essere intollerante al lattosio. Dopo una prima fase di scoraggiamento, mi sono rimessa subito in gioco. Ho iniziato a sperimentare quella che è la cucina del “senza”, scoprendo di essere ancora in grado di creare piatti golosi e sfiziosi, che mi hanno permesso di migliorare la convivenza con questa mia nuova condizione di intollerante.
Ho iniziato a condividere i miei esperimenti ben riusciti con l’intento di aiutare tutti coloro che hanno il mio stesso problema e che, magari, non se la cavano ai fornelli.

Nell’ottobre 2016 ho scoperto di non tollerare nemmeno il glutine: celiachia di primo grado. Ho dovuto immediatamente eliminare qualsiasi traccia di glutine dalla mia dieta per riprendere a star bene e di conseguenza la mia cucina è cambiata ancora una volta.

Le mie ricette sono tutte senza lattosio e le più recenti anche senza glutine.
Sono ricette il più possibile semplici e veloci, così che possano essere riprodotte da chiunque ed adattarsi alla cucina di tutti i giorni.
La condizione di intollerante, infatti, porta con sé già troppi disagi e difficoltà quando si è fuori casa e ritengo che sia fondamentale non provare queste sensazioni nella quotidianità e, soprattutto, sulla propria tavola.