Pane integrale senza glutine con farine naturali 


A quasi un anno dalla diagnosi, mi sono finalmente decisa a cimentarmi anche io nell’impresa pane senza glutine fatto in casa. Ho impiegato un anno a trovare il coraggio, intimorita dalle voci di corridoio che dicevano che fare il pane senza glutine senza utilizzare mix pronti fosse un’ardua impresa.
Nel frattempo, nell’attesa, mi sono informata e mi sono preparata io un mix di farine, amidi e addensanti adatto alla panificazione. Un grazie speciale va al blog Un cuore di farina senza glutine, da cui ho preso ispirazione.
Ma un grazie ancora più speciale va allo Chef Marcello Ferrarini, perché con la sua ricetta il mio primissimo pane senza glutine è venuto buonissimo (e non avrei scommesso nemmeno 50 cent sulla sua riuscita al primo colpo, lo ammetto).
Se volete scoprire tutti i consigli dello Chef, leggete anche il mio articolo “L’alternativo dolce e salato: consigli e ricette dello Chef gluten free Marcello Ferrarini”.

Fare il pane senza glutine utilizzando farine naturali, in definitiva, non è tanto diverso dal farlo con farine glutinose. Forse c’è un poco di più da litigare con l’impasto, che richiede più acqua e deve rimanere appiccicoso, ma nulla di trascendentale, ecco.

Superata anche la tanto temuta prova dei panificati, il “senza glutine” non mi fa più per niente paura!

Salva
Pane integrale senza glutine con farine naturali
Preparazione
3 h 10 min
Cottura
30 min
Tempo totale
3 h 40 min
 
Porzioni: 12 panini piccoli
Ingredienti
  • 200 gr fecola di patate *
  • 150 gr farina di riso integrale *
  • 110 gr farina di grano saraceno * - sostituibile con pari quantità di un'altra farina senza glutine a scelta (sorgo, teff, amaranto, quinoa, mais, miglio)
  • 40 gr amido di riso - sostituibile con pari quantità di tapioca * o amido di mais *
  • 12 gr xantano *
  • 7 gr lievito di birra fresco
  • 310 ml acqua tiepida
  • 30 ml olio evo
  • ½ cucchiaino zucchero o miele
  • 1⁄4 cucchiaino bicarbonato
  • q.b. sale
Istruzioni
  1. In una ciotola capiente (o nel boccale della planetaria) unite tutti gli ingredienti secchi e mescolarli.

  2. Fate sciogliere bene il lievito nell'acqua tiepida.

  3. Aggiungete l'olio agli ingredienti secchi ed infine l'acqua con il lievito ed iniziate ad impastare aiutandovi con una spatola. 

  4. Dovrete ottenere un composto umido e appiccicoso.

  5. Con le mani unte di olio formate i panini e posateli su una teglia (preferibilmente forata) coperta con carta forno. 

  6. Con la punta di un coltello incidete i panini facendo la classica croce per aiutare la lievitazione, senza premere troppo. 

  7. Lasciate lievitare i panini per almeno 2-3 h (o comunque fino a quando i panini non avranno raddoppiato il loro volume) nel forno statico a 50° C con una ciotolina d'acqua sul fondo, così che l'ambiente rimanga umido e l'impasto non secchi troppo.

  8. Trascorso il tempo di lievitazione, estraete la teglia dal forno e portatelo in a 180° C (sempre in modalità statico). Infornate e cuocete i panini per circa 30 minuti. 

  9. Una volta cotti, estraeteli subito dal forno e fateli raffreddare su una graticella.

Note

* In caso di celiachia gli ingredienti segnati devono essere certificati senza glutine.

 

Commenti

commenti


Informazioni su malquadrato

Maria Morandi. Celiaca e intollerante al lattosio. Nata a Brescia il 3 dicembre 1996, frequento il corso di laurea triennale “Scienze e tecniche psicologiche” presso l’Università degli Studi Milano-Bicocca. Sono una pendolare stressata che trova la pace tra i fornelli di casa ed ama ciò che fa. Un giorno spero di riuscire a realizzare il mio sogno, coniugando le mie tre più grandi passioni: la cucina (ed in generale tutto ciò che riguarda l’alimentazione sana ed equilibrata), lo sport e la psicologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *