Mozzarella in carrozza al forno – vegan e senza glutine

Oggi l’intolleranza al lattosio non è più un grosso problema grazie ad un mercato ogni giorno più attento alle diverse esigenze alimentari. Le alternative vegetali al latte ed ai suoi derivati sono sempre di più e spesso anche al supermercato abbiamo la possibilità di scegliere tra diversi marchi e prodotti. La qualità, però, nella maggior parte dei casi lascia un po’ desiderare ed io proprio non riesco a chiudere un occhio e lasciar passare. Mi ritrovo a leggere attentamente le etichette e il 90% dei casi a riporre il prodotto sullo scaffale: i troppi zuccheri e la presenza di grassi idrogenati sono una delle motivazioni principali.
Fortunatamente esistono ancora aziende che prestano attenzione anche a questi aspetti, scegliendo ingredienti di qualità per realizzare prodotti di qualità.
Verys – un’azienda vegan friendly – è una di queste. Oltre alla qualità e alla bontà dei prodotti (che già consumavo prima di questa collaborazione), di Verys mi piace molto la proposta di una gamma di alternative vegetali al formaggio a base di riso germogliato piuttosto che di soia.
Personalmente cerco di consumare meno soia e derivati possibile – un po’ perché non posso eccedere con il consumo di legumi (da brava intollerante ho l’intestino parecchio schizzinoso), un po’ perché è consigliabile non abusarne in quanto non se ne conoscono ancora gli effetti a lungo termine – e questi formaggi di riso si sono rivelati una validissima alternativa.
Oltretutto sono anche naturalmente privi di glutine e sono quindi adatti anche per i celiaci.

Niente soia, niente lattosio e niente glutine: un sogno che si realizza per me.

Per la collaborazione ho ricevuto un pacco con alcuni di questi prodotti con il compito di creare almeno 5 ricette da pubblicare nei prossimi cinque mesi.
Ho un solo vincolo: le ricette devono necessariamente essere vegane. Vincolo che io non vedo come un limite, ma come un’opportunità per imparare nuove tecniche e nuovi escamotage per cucinare “senza” e allo stesso tempo per mettere alla prova e stimolare la mia fantasia.
Le idee sono tante, come anche la voglia di mettersi in gioco e di imparare.

La mia prima proposta è la mozzarella in carrozza in una versione vegan, senza glutine e cotta nel forno anziché essere fritta. Molti inorridiranno, ma vi assicuro che è veramente gustosa e che è stata apprezzata molto anche da non-vegani e non-intolleranti.
L’impanatura vegana è stata una meravigliosa scoperta: la crosta è venuta croccantissima, andando a creare un magico contrasto con il cuore morbido di chicca di riso fumè.
Questa preparazione è l’ennesima conferma che una cucina “senza” non è assolutamente una cucina povera di gusto e di sorprese.

Per scoprire di più su Verys, sui loro prodotti e dove trovarli, visitate il sito web www.verys.it e la pagina Facebook di Verys.

Tempo di preparazione: 30 minuti

Ingredienti per 4 mozzarelle in carrozza:

  • 8 fette di pan bauletto senza glutine *
  • mezza chicca di riso fumè Verys
  • 60 gr di farina di ceci *
  • 120 ml di acqua
  • circa 150 gr di pangrattato di riso *
  • olio evo q.b.

* In caso di celiachia gli ingredienti segnati devono essere certificati senza glutine 

Procedimento:

Tagliare i bordi delle fette di pan bauletto.
Tagliare la chicca di riso fumè a fette spesse circa 4-5 mm e metterne un paio al centro di 4 fette di pan bauletto, rimanendo leggermente staccati dai bordi (eventualmente sovrapporre leggermente le fette di chicca di riso). Coprire quindi con le altre 4 fette tenute da parte per formare dei “sandwich”.

Preparare la pastella l’impanatura: mettere in una ciotola la farina di ceci e l’acqua e mescolare bene con una frusta per ottenere una pastella densa e omogenea. Se dovesse risultare troppo liquida, aggiungere poca farina di ceci; se invece fosse troppo densa, aggiungere poca acqua.

Immergere velocemente i “sandwich” nella pastella e passarli bene nel pangrattato di riso, avendo cura di impanare anche in bordi. Se il pangrattato faticasse ad attaccare, passare nuovamente nella pastella la zona scoperta e poi impanarla.

Disporre le mozzarelle in carrozza su una teglia coperta con carta forno e condirle con un filo d’olio evo.
Cuocere in forno statico a 200º C per 15 minuti e mangiarle ancora calde.
Si sconsiglia la conservazione.

Suggerimenti anti-spreco:
– Non buttare lo scarto del pan bauletto, infornalo insieme alle mozzarelle in carrozza per ottenere dei deliziosi crostini.
– Se ti rimangono pastella e pangrattato, uniscili in una ciotola e, se necessario, aggiungi poca acqua alla volta fino ad ottenere un impasto granuloso ma lavorabile e forma delle polpettine da cuocere in forno insieme alle mozzarelle.

[print_link]
Vi aspetto anche su InstagramFacebook e YouTube



Commenti

commenti

4 Comments

  1. Pingback: “Nutella” vegan e senza glutine (no frutta secca) – Malquadrato

  2. Pingback: Pancakes con farina di ceci al cacao – vegan e senza glutine – Malquadrato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *