Gnocchi con crema di zucca – vegan e senza glutine

Li ho sognati per tanto prima di realizzarli. Da Gennaio/Febbraio, quando consumo le ultime zucche buone della stagione, inizio già il conto alla rovescia per Agosto/Settembre, quando la stagione si riapre e io posso tornare a farmi le mie scorpacciate.
Le idee con ingrediente principe la zucca sono sempre tante, probabilmente perché provo un amore incondizionato nei suoi confronti.
Tempo fa, ignara dell’intolleranza al lattosio, avevo preparato una pasta in crema di zucca e ricotta. Aveva un sapore delicato e avvolgente e non vi dico il dispiacere quando la ricotta l’ho dovuta salutare definitivamente.
Da lì non ho più preparato nessun condimento con la zucca, ma la scoperta della panna di riso è stata la svolta.
Ho utilizzato dei gnocchi senza glutine per questa ricetta, prossimamente credo proverò a prepararli in casa, questi non mi hanno soddisfatta molto. Il sugo invece è stato promosso a pieni voti: equilibrato nel gusto e nella consistenza, la zucca non delude mai!

Approfitto dell’occasione per ricordarvi dello #zucchiamoci contest! Non siate timidi 🙂

Tempo di preparazione: 40 minuti

Ingredienti per 1 porzione:

  • 250 gr di gnocchi senza glutine
  • 200 gr di zucca pulita e sbucciata
  • 50 gr di panna di riso (certificata senza glutine)
  • 1 cucchiaino di olio evo
  • dado vegetale q.b.
  • prezzemolo a piacere

Procedimento:

Accendere il forno in modalità statico a 200° C.
Tagliare la zucca a cubetti e disporla su una teglia ricoperta di carta forno. Non appena il forno è in temperatura, infornare la zucca e lasciarla cuocere per circa 30 minuti o fino a quando non diventa morbida.
A cottura ultimata, frullare la zucca con la panna di riso, un cucchiaino di olio evo e dado vegetale quanto basta.
Far cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata, quindi scolarli e condirli con la crema di zucca.
A piacere, servire con una spolverata di prezzemolo tritato e pepe.

[print_link]
Vi aspetto anche su InstagramFacebook e YouTube.

Commenti

commenti

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *