Budino salato di zucca – vegan e senza glutine

Febbraio apre la strada per la primavera. Le giornate si intiepidiscono e iniziano a diventare più lunghe.
Oggi piove e un po’ di colore nel piatto non guasta di certo, soprattutto per una come me, meteoropatica, che nelle giornate di pioggia è sempre accompagnata da un pizzico di malinconia e insoddisfazione.
Oggi piove e mangio l’ultimo pezzo di zucca della stagione.
Dopo sei lunghi mesi insieme, mi tocca salutare la mia adorata e ho voluto un finale in grande stile.
Non la solita zucca al forno o in padella, che anche se buonissima è stata per me la normalità negli ultimi mesi (e le mie mani tendenti al giallo lo testimoniano).
Ho “studiato” una ricetta facile ma golosa, vegana e naturalmente priva di glutine e di lattosio. Una ricetta tanto semplice quanto buona, al punto che in un pasto, in due, l’abbiamo spazzolata via tutta.

Tempo di preparazione: 40 minuti + 2 h di raffreddamento

Ingredienti:

  • 500 gr di zucca pulita e sbucciata cruda
  • 700 ml di brodo vegetale (io l’ho fatto con acqua e 1 cucchiaino da caffè di dado vegetale fatto in casa)
  • 5 gr di agar agar in polvere *
  • 20 gr di burro di mandorla * (facoltativo)

In caso di celiachia gli ingredienti segnati devono essere certificati senza glutine.

Procedimento:

Tagliare grossolanamente la zucca e metterla a cuocere in una pentola con 500 ml di brodo vegetale. Da quando il brodo bolle, lasciar cuocere per circa 20 minuti. Verificare che la zucca sia cotta (dovrà essere bella morbida), quindi spegnere il fuoco e lasciar intiepidire.

Una volta intiepidita, frullare la zucca con il brodo di cottura ed il burro di mandorla.
Prelevare un paio di mestoli di crema e metterli in una pentola.
Aggiungere i 200 ml di brodo tenuti da parte e l’agar agar in polvere. Mescolare bene in modo che l’agar agar si sciolga, quindi mettere sul fuoco la pentola e portare a bollore mescolando continuamente. Quando la crema inizia a bollire, abbassare la fiamma e cuocere per 5 minuti continuando a mescolare.
Il composto diventerà “gelatinoso”.
Trascorsi i 5 minuti, togliere dal fuoco la pentola e aggiungere un paio di mestoli della crema rimasta e stemperarla mescolando energicamente. Ripetere lo stesso con tutta la crema restante.

Versare la crema nello stampo da budino, coprire con la carta stagnola e riporlo in frigorifero per almeno un paio d’ore.
Non è necessario imburrare o rivestire lo stampo, una volta solidificato il budino si staccherà senza alcun problema.

Si conserva in frigorifero per 4-5 giorni.

Suggerimenti: è possibile realizzare anche delle monoporzioni di questo budino, da servire come antipasto o in un buffet.

[print_link]
Vi aspetto anche su InstagramFacebook e YouTube



Commenti

commenti

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *